Perchè è importante avere un impianto aria compressa efficiente?

Avere una rete di distribuzione per l’aria compressa inefficiente può portare a elevati consumi di energia elettrica, bassa produttività e a peggiorare le prestazioni degli strumenti pneumatici. Impianti con più di 5 anni causano infatti un rischio di perdite fino al 25% ma, nonostante questo, molte officine sono ancora poco reattive nell’implementazione di interventi volti al miglioramento della struttura, in linea con soluzioni tecnologicamente più avanzate. Ecco le caratteristiche principali di un sistema efficiente:

• Basse cadute di pressione tra il compressore e il punto di utilizzo dell’aria compressa. • Minime perdite dalle tubazioni. • Separazione efficiente della condensa qualora non vi sia un essiccatore.

Risparmio energetico

Un sistema di distribuzione aria ben progettato e una corretta manutenzione consentono una perdita non superiore al 5% della capacità dell’impianto. Sfortunatamente una perdita fino al 25-30% è abbastanza comune. Ciò si traduce in una perdita di portata d’aria, che implica un maggiore utilizzo del compressore per generare l’aria compressa necessaria a compensare le perdite, comportando costi di produzione/energetici decisamente più elevati. In bolletta elettrica un impianto aria poco efficiente può portare fino all’ 8-10% di perdita economica, aumentando anche i costi ambientali. Ricordate che una perdita è spesso continua, 24 ore al giorno!

Efficienza degli utensili

Un utensile da officina lavora mediamente a 6,3 bar ed ha un consumo d’aria (portata) di 12 L al secondo. Portata e pressione sono entrambe indispensabili per garantire l’efficienza di un utensile pneumatico. Un impianto aria poco efficiente rende più rapida l’usura degli attrezzi, costringendoli a lavorare con pressioni molto più alte per ottenere lo stesso rendimento.

Come aggiornare un impianto aria ad hoc

Vuemme consiglia i 5 passi minimi per rendere efficiente il tuo impianto:

  • A partire dal compressore, l’aria deve avere un impianto ad anello chiuso in tutta l’officina. In questo modo, portata e pressione sono controllate e costanti.
  • A ogni calata, o almeno all’uscita del compressore, ci dev’essere un filtro essiccatore dell’aria.
  • Al fondo di ogni calata ci dev’essere un rubinetto a farfalle e una valvola di scarico della condensa.
  • Su tubazioni e utensili, consigliamo di utilizzare raccordi di alta qualità, con filetto da (almeno) 3/8 GAS.
  • Suggeriamo infine di installare raccordi della gamma VUEMME/CEJN con valvola di sicurezza.

Negli ultimi anni qualcosa sta cambiando, principalmente grazie all’accresciuta sensibilità rispetto al risparmio energetico e alla sostenibilità, con ricadute sia economiche che ambientali. Per curare al meglio i tuoi attrezzi da lavoro, l’ambiente e il tuo portafoglio, segui i nostri 5 consigli per rendere efficiente il tuo impianto ad aria compressa.

VUEMME S.r.l.

Via C. Cattaneo, 2 - 24040 Stezzano (BG)

R.E.A. Bergamo 238319

P.IVA IT01799770167

Tel.: +39.035.209.911

Email: info@vuemme.it

© 2022 VUEMME S.r.l.